31 Ott

La scelta di un cane

Il giorno in cui un cane entra nella nostra vita e nella nostra casa, si dà inizio ad un vero e proprio cambiamento; eppure l’adozione non comincia in quel momento, ma molto prima! Un’adozione consapevole comincia dalla scelta del cane.
Di certo si è portati in generale ad effettuare una scelta basata in primis sull’aspetto estetico e sulla taglia del cane. Spesso mode, film, libri, influenzano i nostri gusti e ci portano a preferire una certa razza. Fu così negli anni ’80 per i dalmata, oggi rarissimi, dopo l’uscita del cartone animato “La carica dei 101”; ancora prima con il collie grazie alla serie “Torna a casa Lassie”.
Questo criterio ovviamente non è funzionale ad un’adozione consapevole, poiché non parliamo di un complemento d’arredo che dovrà fare pendant con il colore della tappezzeria, ma di un soggetto che, oltre ad avere un manto, ha delle necessità, dei desideri, delle caratteristiche. Perciò come si sceglie il cane?
Innanzitutto è bene coordinarsi con tutti i membri della famiglia ed essere certi che il desiderio di un cane sia condiviso da ognuno. Una volta certi, bisognerà interrogarsi sul tempo a disposizione da potergli dedicare. Questo influirà anche sull’età del cane da adottare. Un cucciolo ad esempio, richiede molto tempo nei primi mesi e tantissima pazienza e dedizione. Per questo è consigliabile l’adozione di un soggetto molto giovane soprattutto quando in casa c’è qualcuno per la maggior parte del tempo, anche a turnazione, per poter accogliere il cane e dargli il tempo necessario per ambientarsi. Un soggetto più adulto, senza particolari problematiche, può ambientarsi più facilmente avendo già delle competenze a sostegno ed ovviamente avendo già attraversato le fasi più impegnative per un proprietario, come quella legata alla gestione dei bisogni.
La razza influisce moltissimo sulle necessità quotidiane. Premesso che ogni cane ha necessità di movimento durante la giornata, alcune razze hanno una motivazione cinestesica maggiore, come i cani da caccia: setter, beagle, pointer, jack russel…se perciò in famiglia nessuno ama in particolar modo lunghe passeggiate, non ci sono spazi verdi nei dintorni, non si possiede un’auto o non si è particolarmente dinamici ma piuttosto pantofolai, la scelta deve dirigersi su soggetti di tipo diverso. Bisogna, per intenderci, trovare un cane che “ci somigli” per far coincidere gli stili di vita e le necessità.
Bisogna anche considerare la nostra età: una persona della terza età dovrebbe evitare l’adozione di un cucciolo poiché non potrebbe essere in grado di garantire un benessere di base fatto di movimento, esplorazione, gioco, socialità. In questo caso è perfetta l’adozione di un soggetto già adulto, magari di un cane anziano, che può godere di ritmi più simili a quelli dell’adottante senza perciò diventare una “complicazione” ma piuttosto un arricchimento in una fase della vita così delicata.
Lo spazio è un altro fattore molto importante: diffidate da chi vi dice che il cane ha solo bisogno di amore, perché non è così. Ogni cane ha anche bisogno di un certo tipo di spazio ed è sempre soggettivo. Può dipendere dalla razza, dalla taglia, dalle esperienze passate o semplicemente dalle “inclinazioni personali”; ogni cane infatti preferisce tenere una certa distanza personale dalle cose, dagli uomini o dai cani. Perciò è fondamentale che questo spazio sia garantito al fine di non costringere il cane in una situazione di stress perenne con tutte le conseguenze che ne potrebbero derivare.
Un altro criterio da non sottovalutare è quello ambientale. Dov’è situata la casa? In campagna o in città? In un luogo caotico o silenzioso? Il cane saprà ambientarsi? Che tipo di contesto è migliore per lui?
Per una scelta consapevole del cane da adottare vanno considerati davvero molti fattori. Per questo il consiglio è quello di farsi aiutare da un educatore cinofilo mediante una consulenza pre adottiva. In questo modo si riducono già in partenza problematiche legate all’integrazione di un soggetto che ha necessità diverse da ciò che l’adottante ha da offrire.
Inoltre è fondamentale ricordare che in canile ci sono migliaia di cani: sicuramente da qualche parte c’è un cane che potrà rendere meravigliosa la vostra vita!

Colpo di Coda - Centro Cinofilo, Fattoria Zooantropologica. Colpo di Coda A.S.D. © 2017. All Rights Reserved.

Privacy Policy

d